Chi ci offre il maggior guadagno per la vendita dell’oro?

Le attività compro oro e banco metalli hanno visto una vera e
propria esplosione commerciale negli ultimi anni, praticamente sono dovunque, il pubblico, il cliente, ha l’imbarazzo della scelta.
Ma cosa si può fare presso un negozio compro oro e banco metalli, quali operazioni si svolgono? Vediamo insieme l’operatività interna e le opportunità che ci possono essere recandoci all’interno di un negozio compro e banco metalli. Innanzitutto ci rechiamo in negozio per vendere il proprio oro usato, oggetti di qualunque genere e natura, catenine, orecchini, bracciali, tutti i gioielli in genere, anche e soprattutto quelli rotti, non più utilizzabili; non solo in oro ma anche d’argento; inoltre orologi preziosi con cassa o bracciale in oro, insomma: tutti gli oggetti contenenti il prezioso metallo. Abbiamo detto vendere, si proprio così, il personale all’interno dell’attività procederà con una valutazione degli oggetti presentati e potrà immediatamente trasformare in denaro contante il loro controvalore consegnandolo al cliente. Ora riflettiamo: l’oro puro a 24 carati, quello da investimento, ha una quotazione ufficiale fissata dalla borsa e dai mercati internazionali giorno per giorno, mentre per quanto riguarda l’oro usato ogni negozio compro oro può dare una propria valutazione, in base alle conoscenze ed esperienze personali, stime soggettive che vedono sul mercato dell’oro usato anche oscillazioni del 20% tra un negozio e l’altro. Ciò predetto la cosa importante da fare, per un cliente che vuole vendere il proprio oro usato, è senza dubbio informarsi prima sulla quotazione che il negozio scelto applicherà. Per far questo oggi gli strumenti sono molti, primo tra tutti la rete internet dove i negozianti dichiarano esplicitamente il valore attribuito all’usato all’interno del proprio sito e il cliente può ben rendersi conto dove siano le migliori quotazioni; inoltre i gruppi affermati, quelli con tanti negozi aperti al pubblico in molte città danno la possibilità di fissare il prezzo direttamente online,in modo tale da non subire le oscillazioni della borsa, il prezzo fissato online sarà quello utilizzato nella vendita. A tal proposito, il consiglio è certamente quello di rivolgersi ai grandi gruppi di compro oro e banco metalli, quelli che per esperienza e metodo operativo interno offrono maggiori garanzie rispetto al singolo negoziante che opera in totale autonomia, inoltre il negozio appartenente ad un gruppo importante rispetterà certamente le regole e applicherà tutte le procedure corrette nell’operazione, tutto questo sarà messo in pratica perché imposto dalla dirigenza aziendale. La concorrenza e la competizione porta a vedere in giro molte offerte allettanti, quotazioni molto alte circa la valutazione dell’usato e altre strategie per attirare sempre di più i potenziali clienti, naturalmente questo, se fatto nel rispetto delle regole è consentito, fa parte appunto della competitività, presente in tutti i settori e mercati, ma nel settore dell’oro, dei preziosi in genere, soprattutto se si tratta di venderli come usati, serve molta attenzione e dover seguire alcune indicazioni per non incorrere in errori o scorrettezza formali. Prima di recarci al negozio è consigliabile procedere autonomamente con la pesatura dei beni da mettere in vendita, in modo tale da controllare che la stessa operazione eseguita in negozio dia gli stessi risultati, inoltre bisognerebbe anche controllare attentamente che il negozio dove abbiamo scelto di recarci, oltre ad offrire un prezzo dell’oro usato concorrenziale già bloccato online, sia veramente autorizzato al ritiro e all’acquisto dell’oro e dei preziosi usati; non tutti e compro oro hanno questa possibilità, questa speciale concessione governativa. In conclusione, per vendere correttamente il proprio oro usato, scegliamo il negozio più comodo a noi controllando che faccia parte di un gruppo importante e che abbia la migliore quotazione dell’oro, andiamoci dopo aver utilizzato il blocco prezzo online, quello che consente di fissare il valore dei preziosi usati già prima di andare a venderli; presentiamoci in attività sapendo esattamente quanto pesano gli oggetti che metteremo in vendita; procedendo con queste operazioni con attenzione sapremo anche quanto ci frutterà la nostra vendita, inoltre dobbiamo sapere che fino a 999 euro saremo liquidati in contanti mentre, per cifre maggiori, si procederà con un bonifico bancario o assegno circolare, seguendo le indicazioni di legge.